LA CATTEDRALE

 

LA CATTEDRALE DI SAN VIGILIO

(…) L’altro edificio sorge fuori delle mura, in prossimità della «porta a Veronensis», ed è quello che ospita la tomba del vescovo Vigilio e la sepoltura dei tre martiri di Anaunia da lui canonizzati. Questo secondo edificio viene designato col nome differenziato di baBasilica ”
 Atti, Rogger, Inizi cristiani nella regione tridentina, in Storia del Trentino, vol. II


A Vigilio, divenuto vescovo di Trento nel 381, si deve il completamento e il consolidamento definitivo dell’evangelizzazione del territorio tridentino. Sul luogo della sua sepoltura, in un’area sepolcrale poco fuori la porta veronese, egli ebbe presto culto pubblico con basilica cimiteriale, della quale si sono scoperti recentemente i resti nel sottosuolo dell’attuale cattedrale.
Sacralidad y Arqueología, Antig. Crist. (Murcia) XXI, 2004, págs. 437-444

 

Cattedrale facciata

Le reliquie di Vigilio rimasero ininterrottamente nella sua chiesa cimiteriale, divenuta, probabilmente dall’epoca carolingia, cattedrale e rifabbricata per l’ultima volta all’inizio del sec. XIII ad opera di maestranze comacine e campionesi, come Adamo d’ Arogno e discendenti, che lavorarono alle dipendenze del Principe Vescovo Federico Vanga.